Default concertato

per fare zoom sulla foto clicca qui

Rafforzare le banche -con gli aumenti di capitale- e gli stati con un soggetto (EFSF o chi per lui) che spaventi qualunque speculatore. Questo è quello che la UE ha deciso di fare per poter far deflagrare la Grecia senza che le schegge “uccidano” qualcun altro nell’esplosione. E qui si apre la prima possibile parentesi: la riunione che doveva tenersi domenica, quella decisiva, è stata spostata a mercoledì per “permettere ai parlamenti di vagliare le novità” ma ieri la riunione ECOFIN prevista per oggi è stata annullata: ergola trattativa tra Paesi dell’eurozona è in stallo, il che potrebbe comportare anche la deflagrazione greca prima che gli interventi previsti vengano effettivamente istituiti. In ogni caso il tempo della testa sotto la sabbia è finito, è venuto il momento di tirare quattro somme sulle conseguenze delle scelte, e lo faccio proponendovi uno scambio di mail con uno di voi:

Gent.mo Bimbo Alieno, Si sente parlare dell’ “haircut” per i bond greci detenuti da banche e assicurazioni ma non mi è chiaro se al taglio sono soggette anche le obbligazioni in carico ai singoli risparmiatori. Dato che la cosa mi interessa (purtroppo ho qualcosa in portafoglio) potrebbe darmi una qualche delucidazione in merito? Grazie per l’attenzione e l’eventuale risposta. Cordialmente, Mario

Caro Mario, i risparmiatori privati in caso di haircut saranno ahimè coinvolti. Chi gode dello status di creditore privilegiato è solo l’FMI e si sta discutendo di estendere la protezione alla BCE la quale diverrebbe, viceversa, insolvente. Non a caso il prezzo dei titoli greci incorpora già questa attesa del mercato… Spero fossero una parte marginale del suo portafoglio. I miei migliori auguri Bimbo Alieno

Ti ringrazio per la tua tempestiva e spassionata risposta. Quello che non capisco è che si parlava di un taglio su base “volontaria”: come fanno le banche a decidere anche per i loro clienti? Come minimo dovrebbero far sottoscrivere loro qualcosa…. e se uno si rifiuta di firmare che succede? Tra l’altro mi dovevano accreditare delle cedole il 22/10 relative al bond grecia ma vedo che non l’hanno ancora fatto. Grazie ancora per l’attenzione e per l’eventuale tua risposta. Mario

La banca è un intermediario, il “contratto” l’hai stipulato con lo Stato greco, il quale sostanzialmente ha ricevuto da te un prestito, a fronte del quale ti ha consegnato un impegno (a pagare interessi e rimborsare il capitale in una certa data). Il fatto è che il tuo debitore, lo stato greco, a breve non avendo nessuno più disposto a farsi carico delle sue difficoltà potrebbe dire “mi spiace, ma non riesco a mantenere gli impegni che ho preso”. La tua banca è incolpevole per l’insolvenza, a meno che ti abbiano consigliato malamente di sottoscriverli facendoteli passare per titoli poco rischiosi. Quando e a che prezzo li hai comprati? Il danno oggi potrebbe essere maggiorato dal peso degli aiuti che FMI e BCE hanno dato alla Grecia: Quando a maggio dello scorso anno era già palese il fallimento dello stato ellenico sono stati concessi degli aiuti, che hanno di fatto aumentato la mole di debito greco. Lo scopo di questi aiuti era guadagnare tempo perché in quel tempo guadagnato la Grecia potesse risanarsi. Non è successo e oggi sembra che si vada verso la resa all’evidenza: la Grecia è insolvente. Quello che cambia, però, rispetto a un anno e mezzo fa è che una parte del debito greco, quello verso il FMI e -con ogni probabilità- quello verso la BCE gode di una condizione di privilegio, o in altri termini che in questi mesi di tentativi il debito greco che era nelle tue mani è stato abbassato di qualità per il crescente accumularsi di nuovi contratti “privilegiati” che ti hanno fatto retrocedere in serie “B” come creditore. Oggi, visto che metà del debito greco è nelle mani di BCE e FMI, se ci fosse un haircut del 50% questo colpirebbe solo i titoli non privilegiati, quindi il debito greco verrebbe abbattuto solo del 25% e potrebbe non bastare…

Dunque, ripeto per chi non l’ha colto, il tentativo di salvare la Grecia (attraverso un finanziamento ponte) un costo per gli obbligazionisti privati ce l’ha: dovranno sopportare un haircut maggiore sia perché il debito/PIL greco è stato accresciuto dagli aiuti, e sia perché parte del debito non è assoggettabile ad haircut costringendo ad aumentare il taglio da imporre ai soggetti più deboli. Sarei comunque professionalmente parlando molto curioso di conoscere il consulente finanziario di questo signore, perché quando Mario chiede: si parlava di un taglio su base “volontaria”: come fanno le banche a decidere anche per i loro clienti? risulta evidente che NON sono state chiarite le cose a questo sventurato risparmiatore.

Related Posts with Thumbnails
PDF Creator    Invia l'articolo in formato PDF   

About bimboalieno

Operatore finanziario professionale dal 1998; ha collaborato con diverse banche italiane ed estere. Si può scoprire dell'altro cliccando qui. Oggi é responsabile di un centro di Private Banking. Professional financial trader since 1998; he has worked with several Italian and foreign banks. You can learn more here. Bimboalieno is currently in charge of a Private Banking centre.